“Lockdown all’italiana”, il film di Vanzina sul coronavirus riempito di insulti: “Vergogna, non bastano 35 mila morti?”

“Lockdown all’italiana”, il film di Vanzina sul coronavirus riempito di insulti: “Vergogna, non bastano 35 mila morti?”

Condividi su...

Il mondo dei social si divide su Lockdown all’italiana, il nuovo film di Enrico Vanzina – al suo esordio alla regia – che uscirà nelle sale il 15 ottobre.

La pellicola, come si intuisce facilmente dal titolo, si ispira in maniera ironica ai mesi di confinamento cui siamo stati costretti per fronteggiare l’emergenza Covid. La storia, presentata come una vera commedia all’italiana, racconta la storia di due coppie che stanno per lasciarsi, ma saranno invece obbligate a vivere forzatamente sotto lo stesso tetto a causa del lockdown. Tra i protagonisti Ezio Greggio, Ricky Memphis, Paola Minaccioni e Martina Stella.

Non tutti hanno apprezzato. Su Twitter, infatti, alcuni utenti hanno reagito al lancio del film con messaggi del tipo: “In effetti non bastavano più di 35 mila morti”, “E niente, fatevi schifo” o “Ma non vi vergognate neanche un po’?”.

Qualcuno ha addirittura pubblicato foto dei medici impegnati durante l’emergenza sanitaria per ricordare la drammaticità del momento.

Pioggia di critiche anche per il cast: “Martina Stella a 40 anni ancora si fa pagare per fare la ragazzina con ormoni adolescenziali”, ha scritto un utente.

Tale e Quale Show, Virginio vince imitando Justin Timberlake: convincono il pubblico anche Elettra Lamborghini, Gabbani e… (TUTTI I VIDEO)

No Comments

Post A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.