Coronavirus, Miguel Bosé inneggia all’abolizione delle mascherine e guida un movimento di negazionisti

Miguel Bosé

Coronavirus, Miguel Bosé inneggia all’abolizione delle mascherine e guida un movimento di negazionisti

Condividi su...
Miguel Bosé

Pochi mesi prima Miguel Bosé aveva perso la madre Lucia a causa di una polmonite generata dal coronavirus, adesso però guida il movimento dei negazionisti, inneggiando alla resistenza contro le misure restrittive del governo spagnolo e chiedendo di togliere l’obbligo di indossare le mascherine.

LEGGI: Addio a Lucia Bosè: musa di Visconti e madre di Miguel, muore per coronavirus

L’appello condiviso sui social dal cantante ha trovato un ampio seguito, tra cui il leader dei Novax Josep Pamies, che ha partecipato al corteo pacifico andato in scena nelle piazze delle principali città spagnole. “Vogliamo vedere il virus“, “È il 5G che uccide la gente“, sono solo alcuni degli slogan urlati al cielo dai manifestanti.

Dalla Spagna arriva la serie sulla vita di Miguel Bosè

La risposta delle autorità? Il delegato del governo spagnolo José Manuel Franco ha assicurato fermezza di fronte a ogni contravvenzione dalle regole impartite dal governo: “C’è sempre qualche idiota, purtroppo in questo caso parecchi, che non rispetta le regole. Ma voglio chiarire che saranno sanzionati con la massima durezza”.

La risposta delle autorità? Il delegato del governo spagnolo José Manuel Franco ha assicurato fermezza di fronte a ogni contravvenzione dalle regole impartite dal governo: “C’è sempre qualche idiota, purtroppo in questo caso parecchi, che non rispetta le regole. Ma voglio chiarire che saranno sanzionati con la massima durezza”.

Tags:
No Comments

Post A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.