Vera Gemma: “Amo la chirurgia. Il mio modello di bellezza sono le trans, più somiglio a loro e più mi trovo bella”

Vera Gemma: “Amo la chirurgia. Il mio modello di bellezza sono le trans, più somiglio a loro e più mi trovo bella”

Condividi su...

Vera Gemma, concorrente di quest’ultima edizione di Pechino Express in coppia con Asia Argento prima e con Gennaro Lillio dopo, è stata oggetto di severe critiche sul suo aspetto fisico, con allusioni in particolare a presunti “ritocchini”. Ma Vera ha risposto per le rime.

LEGGI: “Il coronavirus è colpa dei gay e dei genitori di bambini trans”: l’ultima di Rick Wiles!

A parte le punturine di acido ialuronico, che posso o non posso aver fatto, non sono così rifatta.” Ha affermato Gemma sulle pagine di Spy, e ha aggiunto: “Ho un viso particolare. Ma anche se fossi rifatta, non saranno cavoli miei? Tutta questa grinta che le persone hanno nel condannare la mia chirurgia plastica, non potrebbero metterla per cose ben più utili per l’umanità?”.

https://www.instagram.com/p/B9K0cZ4KDcN/

Poi a Libero ha dichiarato: Ognuno deve seguire i canoni estetici in cui crede. Il mio modello di bellezza sono le trans: le trovo celestiali. Più somiglio a loro, più mi trovo bella”.

Chi è Vera Gemma? Classe 1970, nasce a Roma il 4 luglio, sotto il segno zodiacale del Cancro. È figlia d’arte: il padre è Giuliano, l’attore, e la madre è Natalia Roberti. Da bambina ha recitato col padre ne Il grande attacco, da giovane ha lavorato a Parigi come spogliarellista e successivamente ha preso parte a diverse pellicole cinematografiche tra cui Scarlet Diva di Asia Argento. Vera ha lavorato anche in televisione recitando nella serie televisiva Le ragazze di piazza di Spagna e partecipando come concorrente al reality show Ritorno al presente, condotto da Carlo Conti.

https://www.instagram.com/p/B9CYsuXKii_/

LEGGI: Louis Vuitton sceglie l’attrice transgender Angelica Ross come nuovo volto: “Questo è un passo in avanto per l’intera comunità LGBTQ”

Ha inoltre pubblicato due libri: l’autobiografico Le bambine cattive diventano cieche” e il thriller Latin Lover. Infine, tra i vari progetti, Vera ha diretto con Antonella Fulci un cortometraggio tributo a Michael Jackson,Blues for Michael, ed è stata ideatrice, produttrice, sceneggiatrice e regista di un documentario sulla vita e sulla carriera del padre intitolato Giuliano Gemma: un italiano nel mondo.

No Comments

Post A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.