Ricky Martin: “In USA mi considerano una minaccia perché gay e sposato con un arabo”

Ricky Martin: “In USA mi considerano una minaccia perché gay e sposato con un arabo”

Condividi su...

L’America, scossa dal “Black Lives Matter”, è in profonda crisi dopo la morte dell’afroamericano George Floyd.

GUARDA: Ricky Martin incanta tutti al Festival de Viña del Mar con “Vente pa’ ca” (VIDEO)

In un’intervista rilasciata a lasopa.com, Ricky Martin ha parlato della sua particolare condizione spiegando come negli Usa il problema del razzismo fosse tutt’altro che sopito anche prima dei fatti degli ultimi giorni.

Ricky Martin bacia, per la prima volta in pubblico, il compagno Jwan Yosef (VIDEO)

“Sono latino, omosessuale e sposato con un arabo. Sono una minaccia per questa gente da qualsiasi parte la guardi, ha raccontato il cantante.

Ricky Martin è sposato con il siriano Jwan Yosef e la sua famiglia è composta anche dai quattro figli Matteo, Valentino, Renn e Lucia: il peso di far parte di più gruppi di minoranza si fa sentire. “Non sono esposto come tanti altri perché vivo isolato in casa, nn vado tanto in giro. Vado da casa al lavoro e ritorno, il mio studio ce l’ho in casa… Però viviamo qui, e sento le storie che vengono raccontate: anche andare a bere un caffè in un ‘diner’ può essere pericoloso”, ha precisato Ricky. “Io non sono cresciuto pensando che gli Stati Uniti fossero così. Ma sono così. Sono sempre stati così”.

Ricky Martin e Jwan mostrano per la prima volta il quarto figlio: “La gioia più grande”

No Comments

Post A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.