Nunzia Bottone è la Chiara Ferragni napoletana

Nunzia Bottone è la Chiara Ferragni napoletana

Condividi su...

Di Stefano Di Capua

Qualcuno l’ha definita la Chiara Ferragni napoletana ma il paragone con la più illustre collega e moglie del cantante Fedez non è affatto azzardato. Nunzia Bottone, ventotto anni, di Napoli, è un’imprenditrice, designer e influencer campana che, con il suo marchio Femme Fatale, sta dettando tendenza in fatto di moda in tutto il Sud Italia. Quasi trecentomila followers su Instagram e una statura tascabile – la mannequin vesuviana è alta circa di 156 centimetri –  la Bottone spopola sui social con le sue dirette stilose durante le quali indossa personalmente gli abiti delle proprie collezioni a ritmo di musica e interagendo prontamente con i suoi seguaci. “Sicuramente non incarno il prototipo della modella alta 1,78 e di taglia 40 ma penso che proprio questo sia stato uno dei segreti del mio successo”, ci dice Nunzia. “Sono una curvy in miniatura e le ragazze dalle forme prorompenti come le mie apprezzano la mia determinazione e il mio stile”.

Nunzia, com’è iniziata la sua avventura nel mondo dei social network?

“In realtà, qualche anno fa, facevo tutt’altro. Infatti, lavoravo come estetista ma questo lavoro non mi appagava totalmente e così decisi di lanciarmi nell’imprenditoria, aprendo un negozio di abbigliamento. Non è stato affatto semplice e all’inizio ho incontrato enormi difficoltà. Non mi vergogno a dire che durante il primo anno di attività, l’incasso è stato pari a zero. Non riuscivo a monetizzare e non vedevo prospettive per il futuro”.

Quando c’è stata la svolta che l’ha portata alla popolarità?

“Un giorno decisi di iscrivermi ad un corso on-line in marketing perché volevo entrare nella mente delle persone per comprendere le loro esigenze, i loro desideri, per capire come attirare la clientela e vendere i miei prodotti. Questo master rappresentò per me un punto di svolta. Iniziai a fare quotidianamente dirette a mezzo Facebook, quando Instagram era ancora poco diffuso, mostrando alle mie clienti i capi disponibili in negozio. Fu subito un successone. Le persone si mostrarono partecipi ed entusiaste di poter interagire con immediatezza, chiedendo informazioni sui costi e sulle taglie”.

Quando ha cominciato ad essere anche la modella testimonial delle sue creazioni?

“Quando ho capito che le televendite in diretta funzionavano, ho iniziato ad indossare personalmente i miei capi piuttosto che mostrarli semplicemente in esposizione. Sicuramente non posso definirmi una modella dato che sono bassina e formosa ma le mie clienti apprezzano queste mie doti e quando vedono che un vestitino mi sta bene corrono subito a comprarlo poiché pensano di poterlo indossare tranquillamente anche loro”.

Da modella a influencer, in realtà è anche la disegnatrice dei suoi articoli di abbigliamento…

“Si, ho una grande passione per il disegno e così, spesso, disegno alcuni capi originali che poi le aziende acquistano e producono. Qualche anno fa, realizzai un giubbino di jeans con le frange fuxia dietro le spalle che cadevano delicatamente sulle braccia e fu un successone imitatissimo dovunque. Una delle mie più grandi doti è quella di riuscire ad anticipare gli stili e le tendenze”.

Quale crede che sia il segreto del suo successo?

“Forse, la mia spontaneità. Sono sempre stata me stessa, non ho costruito un personaggio ma ho vissuto secondo le mie inclinazioni, senza modificare la mia personalità. Penso che non sia necessario essere una bellissima donna e avere un gran fisico per raggiungere il successo. In giro ci sono tantissime ragazze belle, con fisici spettacolari ma che magari non attirano. Come dico sempre: che senso ha avere una bella Ferrari quando poi il motore interno non funziona? Ecco, io mi accontento della mia cara Panda ma dal motore super”.

Le piacerebbe lavorare nel mondo della televisione? Quali sono i suoi progetti per il futuro?

“In realtà, sempre assorta nei miei innumerevoli impegni, non ho mai pensato alla tv. Sicuramente mi piacerebbe vivere un’esperienza del genere ma solo in un programma che rilevi le mie capacità, magari in cui si parli di moda e mondo social. Nel frattempo, dopo l’apertura di ben tre punti vendita in Campania, di cui uno on-line e di altri due a Catania, in Sicilia, sto organizzando il lancio di alcuni nuovi brand che dovrebbero partire ad ottobre tra cui la mia linea rossetti e quella costumi beach wear”.

FOTO DI CIRO GUARDASOLE

No Comments

Post A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.