LGBTQ+

“L’omosessualità è uno squilibrio ormonale voluto dalla natura contro la sovrappopolazione”: a dirlo è il dottor Piero Mozzi

Piero Mozzi
Comments (2)
  1. Brian McLawren ha detto:

    Se la teoria del dottor Mozzi parte dall’ipotesi che sia un operato della natura (il che già implicherebbe un determinismo voluto, nonché un ingenuo calvinismo scientifico), affermare allora che l’omosessualità sia un “inceppamento” di questo sistema preventivo anti-riproduzione – che non sconfermo affatto, è di fatto una sconferma di per sé. Poiché non esistono inceppamenti. I terremoti hanno catastrofiche conseguenze sull’uomo, ma non sulla natura. Le inondazioni hanno catastrofiche conseguenze sull’uomo, ma non sulla natura. Le malattie hanno disastrose conseguenze sull’uomo E sulla natura, ma la natura non è un organismo senziente in grado di ribellarsi a ciò che se stessa produce. Vederla senziente è antropomorfizzarla, e questo è solo umano, non appartiene alla natura, che non ha un “grand design” in mente, perché non ha una mente.

    Noi, d’altro canto abbiamo una mente.

    Queste teorie sono parzialmente scientifiche, e parzialmente sono influenzate da troppi fattori culturali, come l’etica, il calvinismo, il marxismo, e perciò assolutamente non valide.

    1. umbvas ha detto:

      Il pianeta terra,gaya ha le sue forze e difese, ogni cosa influisce il pianeta,la vita e la sintesi di questo.Almeno Mozzi non e Omofobo,ha solo detto che i sessi vengono influenzati anche da fattori che nessuno ha considerato,sterilità e omosessualità non li determina ne la coppia ne chi fa scelte diverse.Arricchisce una nuova teoria

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *