“Li ho uccisi perché erano felici e mi mettevano rabbia”: la confessione del killer di Eleonora e Daniele

“Li ho uccisi perché erano felici e mi mettevano rabbia”: la confessione del killer di Eleonora e Daniele

Condividi su...

Giovanni Antonio De Marco è stato arrestato dai carabinieri fuori dall’ospedale di Lecce.

Sembrava aspettarsi che sarebbe stato scoperto da un momento all’altro. Tanto che alle forze dell’ordine ha ammesso subito: «Si, sono stato io a uccidere Daniele ed Eleonora».

L’ex coinquilino è stato fermato ieri sera a Lecce perché ritenuto responsabile dell’omicidio della coppia.

Omicidio Willy, Chiara Ferragni: “Il problema è la cultura fascista”

Il giovane arbitro, Daniele De Santis, e la fidanzata Eleonora Manta, erano stati presi di mira da Giovanni che avrebbe premeditato il delitto per 10 giorni, scrivendo su 5 bigliettini un piano dettagliato per eludere le telecamere in strada, torturare la coppia, legarla e poi ripulire la scena del crimine con «acqua, candeggina e soda».

LEGGI: Elisa, uccisa da un uomo perché lesbica e non disponibile: «Il suo omicidio non verrà giudicato come un femminicidio»

«Ho fatto una cavolata  – ha detto – So di aver sbagliato. Li ho uccisi perché erano troppi felici e per questo mi è montata la rabbia» . Antonio aveva preso in affitto una stanza dell’appartamento e per brevi periodi aveva convissuto con la coppia che a volte si fermava a dormire nella casa. proprio quel periodo a stretto contatto con Daniele ed Eleonora avrebbe avere infastidito il presunto omicida, che è un ragazzo «introverso, chiuso, con poche amicizie».

No Comments

Post A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.