“Fin*cchi di mer*a”, il gay non ci sta e prende a pugni l’omofobo: è successo in una piscina ad Asti

“Fin*cchi di mer*a”, il gay non ci sta e prende a pugni l’omofobo: è successo in una piscina ad Asti

Condividi su...

A denunciare sui social l’accuduto è stato Angelo Mazzone, blogger milanese e creatore della pagina Milano Segreta, che si trovava con il fidanzato in una piscina a Moncalvo, in provincia di Asti, dove è stato offeso da un altro cliente della struttura perché “finocchio“.

Il racconto di Angelo:

Piscina.
Arriva una coppia, parlano ad alta voce tutto il pomeriggio, la bagnina, una ragazza di 22/23 anni carina e gentile si avvicina e chiede di parlare più a bassa voce per rispettare gli altri ospiti.
Lui continua.
Prende un cocktail con la fidanzata, lo bevono a bordo piscina, la bagnina gli dice che da regolamento non può poggiare il cocktail a bordo piscina (si puó versare in acqua), ma lui continua, prende la ragazza sulle spalle in acqua col cocktail in mano e ci manca poco che si versi.
La bagnina lo avvisa che è vietato tuffarsi ma lui lo fa ugualmente, esce dalla piscina e prende addirittura la rincorsa per tuffarsi. Schizzando quelli vicini, come in segno di sfida.
La bagnina per disperazione non sa come far rispettare le regole scoppia a piangere.
Gia che sei una merda che fai piangere una ragazzina.
Io che non riesco a dormire sul mio lettino, dopo aver visto il tutto mi alzo incazzato nero e gli dico di smetterla perche ha rotto il cazzo e neanche riesco a riposare.
La bagnina continua a piangere perche lui continua a prenderla per il culo nonostante siano scesi dalla direzione ad invitarlo di lasciare la struttura.
Dice alla direttrice “non mi va che un finocchio venga a dirmi quello che posso fare”.
Gli altri presenti gli dicono di finirla!
Io sento la sua frase mi rialzo e lo invito ad uscire dalla piscina cosi vediamo se me lo dice in faccia.
Ma sente la frase il mio compagno.
Il tizio ha il coraggio di ribadirci “finocchi”: al mio compagno gli si chiude la vena si butta in piscina e lo prende a pugni! Indietreggia piagnucolando “che fai mi meni”?
Abbiam dovuto allontanare Luca in 3.
Lui magrolino, Luca 93kg!
Stavolta gli è andata male, le ha prese da un “finocchio”.
La violenza mai, ma ora basta starsene zitti e subire.
La prossima volta impara. Omofobo di merda!!! Vediamo se lo racconti che le hai prese da un “finocchio”.
E Buon relax.
Unica cosa ho perso mio marito non so dove sia andato per calmarsi…

A SPYit.it Angelo ha raccontato che i proprietari della cascina sono persone stupende e Frendly e che sono subito intervenuti contro il giovane che li ha offesi obbligandolo a lasciare la struttura.

angelo mazzone, omofobia

ANCHE NEL 2018 Mazzone si è trovato in una situazione simile: Angelo, inseguito nello spogliatoio e insultato: “brutto fro**o, devi essere pestato a sangue”

No Comments

Post A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.